CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO DI BENI

ART. 1 DEFINIZIONI

 

Ai fini dell’applicazione ed interpretazione delle presenti Condizioni Generali i termini sotto indicati hanno il significato di seguito loro attribuito:

Acquirente: PAMA S.p.A., Viale del Lavoro 10, 38068 Rovereto (TN), Italia.

Condizioni Generali: le presenti condizioni generali per l’acquisto di beni.

Condizioni Particolari: le condizioni particolari includono tutto quanto previsto nella Proposta d’Ordine d’Acquisto e non facente parte delle Condizioni Generali.

Fornitore: il soggetto al quale è rivolta la Proposta di Ordine da parte dell’Acquirente.

Manuale d’uso: manuale contenente le istruzioni destinate ai Fornitori per l’utilizzo del Portale, messo a disposizione in detto Portale.

Ordine: la Proposta d’Ordine inviata dall’Acquirente a mezzo mail o fax al Fornitore ed accettata dal Fornitore senza modifiche o riserve, ovvero la Proposta d’Ordine inviata dall’Acquirente al Fornitore e da questi modificata, che sia successivamente accettata dall’Acquirente, ovvero ancora la Proposta d’Ordine che risulti in corso di definizione sul Portale, oppure la Proposta d’Ordine accettata in ogni singola riga dal Fornitore tramite il Portale.

Parte, Parti: PAMA S.p.A. e il Fornitore, considerate singolarmente o congiuntamente.

Portale: il portale telematico (“Web Portal”) gestito da PAMA S.p.A. nel quale quest’ultima pubblica le sue Proposte d’Ordine di acquisto che possono esser accettate da tutti i Fornitori che accedono a detto Portale, generalmente individuati nei Fornitori seriali e continuativi.

Prodotti: beni mobili oggetto della Proposta d’Ordine.

Proposta d’Ordine: la Proposta d’Ordine di acquisto inviata dall’Acquirente al Fornitore per iscritto o pubblicata dall’Acquirente sul Portale, in attesa di accettazione da parte del Fornitore.
Proposta d’Ordine sincronizzata: la Proposta d’Ordine pubblicata dall’Acquirente sul Portale, che prevede una tempistica di consegna dei Prodotti sincronizzata con la fase di produzione di PAMA S.p.A., così come specificato nell’apposita tabella allegata a detta Proposta d’Ordine.

ART. 2 APPLICAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI E PREVALENZA

 

2.1 Le presenti Condizioni Generali si applicano a tutte le Proposte d’Ordine come sopra definite, di cui costituiscono parte integrante e sostanziale.

2.2 In caso di conflitto tra la documentazione sopraindicata, le Condizioni Particolari saranno considerate prevalenti sulle Condizioni Generali.

2.3 Le presenti condizioni sostituiscono ogni eventuale precedente accordo tra Fornitore e Acquirente e devono intendersi in ogni caso prevalenti su note, corrispondenza e/o documentazione provenienti dal Fornitore, che si riterranno non apposte. Pertanto condizioni contrattuali differenti dalle presenti Condizioni Generali che vengano richiamate, aggiunte, allegate o modificate dal Fornitore non avranno validità alcuna, se non espressamente e specificatamente accettate per iscritto dall’Acquirente.

ART. 3 ACCETTAZIONE DELL’ORDINE

 

A) PER ISCRITTO

3.1 L’Acquirente potrà inviare al Fornitore una Proposta d’Ordine per iscritto, a mezzo fax oppure a mezzo mail, anche senza pubblicarla sul Portale.

3.2 Il contratto di acquisto dei Prodotti si intende concluso quando il Fornitore trasmette all’Acquirente la sottoscrizione per accettazione della Proposta dell’Ordine, esclusivamente all’indirizzo fax o mail indicato in detta Proposta d’Ordine.

3.3 Qualunque modifica o riserva o nota apportata dal Fornitore alla Proposta d’Ordine dovrà essere accettata dall’Acquirente per iscritto

B) SUL PORTALE

3.4 Ogni singola riga della Proposta d’Ordine pubblicata dall’Acquirente sul proprio Portale deve essere accettata dal Fornitore, secondo le indicazioni e le istruzioni contenute nel Manuale d’uso.

3.5 Il contratto di acquisto dei Prodotti si intende concluso quando il Fornitore, utilizzando l’apposito comando disponibile nel Portale, conferma l’accettazione dell’Ordine.

3.6 In qualunque caso in cui la riga d’ordine risulti, secondo la messaggistica del Portale, “in corso di definizione”, l’Acquirente contatterà il Fornitore per discutere le modifiche alla Proposta d’Ordine. Qualora l’Acquirente ritenesse accettabili queste modifiche, procederà a modificare parzialmente la Proposta d’Ordine già pubblicata sul Portale.

3.7 In questo caso il contratto è concluso quando il Fornitore conferma l’accettazione dell’Ordine nella Sezione del Portale “Ordini in corso di definizione”, utilizzando l’apposito comando a sistema.

3.8 Qualora l’Acquirente ritenga più opportuno pubblicare una nuova Proposta d’Ordine, procederà alla pubblicazione di un nuovo Ordine che dovrà essere accettato dal Fornitore secondo le modalità di cui all’art. 3.

3.9 Ogni singola riga della Proposta d’Ordine può essere fatta oggetto, da parte del Fornitore, di una “Richiesta di deroga” attivando l’apposita funzione presente sul Portale. Detta richiesta deve essere motivata e deve essere espressamente accettata dall’Acquirente secondo le modalità indicate nel Portale.

ART. 4 TERMINI DI CONSEGNA E RESA DEI PRODOTTI

 

4.1 Il Fornitore deve effettuare la consegna dei Prodotti alla data indicata come “data di consegna confermata” nell’Ordine.

4.2 È consentito al Fornitore posticipare detta data solo in situazioni eccezionali che lo stesso dovrà espressamente motivare, inviando una specifica richiesta all’Acquirente che dovrà espressamente approvare per iscritto questo differimento, oppure inserendo una data diversa nel campo “data di consegna effettiva” per quanto concerne gli acquisti su Portale.

4.3 Qualora il Fornitore non dovesse rispettare neanche questa data, è facoltà dell’Acquirente applicare le penali indicate nel successivo art. 6.

4.4 Il Fornitore potrà anticipare la consegna di una fornitura, rispetto alla data inserita nell’Ordine, soltanto ed esclusivamente in caso di richiesta scritta dell’Acquirente. Nel caso di acquisti su Portale, l’Acquirente provvederà a modificare l’apposito campo “data di consegna confermata” direttamente nell’Ordine posto nella sezione “ordini accettati” che il Fornitore può consultare in ogni momento.

4.5 Le Proposte d’Ordine sincronizzate gestite sul Portale vengono pubblicate in un’area dedicata del Portale denominata “sincronizzazione”; per questi ordini la data di consegna del Prodotto coincide con la data della chiamata, a cui vanno aggiunti ulteriori tre giorni lavorativi per il trasporto.

4.6 Le condizioni di consegna e resa della merce dovranno intendersi DDP presso la località di consegna indicata nell’Ordine (franco destino), salvo quanto diversamente disposto nelle Condizioni Particolari; pertanto, sempre fatto salvo quanto diversamente disposto nelle Condizioni Particolari, restano a carico del Fornitore tutti gli oneri e le spese relativi alla spedizione, imballaggio e trasporto dei beni oggetto dell’Ordine.

4.7 L’accettazione di consegne tardive, incomplete o difettose non costituirà rinuncia da parte della Acquirente a far valere i diritti e/o esercitare le azioni così come derivanti dalle presenti condizioni generali o dalle norme di legge vigenti.

4.8 La remissione della merce al vettore o allo spedizioniere non libera il Fornitore dall’obbligo della consegna all’Acquirente.

 

ART. 5 CORRISPETTIVO E FATTURAZIONE

 

5.1 L’Acquirente riconosce al Fornitore esclusivamente il corrispettivo indicato come prezzo in ciascun Ordine accettato, che verrà versato esclusivamente secondo i termini e con le modalità ivi previste.

5.2 La fornitura verrà effettuata con espressa rinuncia da parte del Fornitore ad ogni ulteriore maggiorazione e/o revisione dei prezzi in dipendenza delle oscillazioni dei costi di qualsiasi ampiezza, sia delle materie prime, sia della mano d’opera, sia di ogni altro fattore, rimanendo al riguardo ogni alea a carico del Fornitore. Il Fornitore, pertanto, rinuncia espressamente, ora per allora, a chiedere la risoluzione dell’Ordine per eccessiva onerosità sopravvenuta ai sensi dell’articolo 1467 Codice Civile.

5.3 Il pagamento del corrispettivo non implica in alcun caso la rinuncia a far valere eventuali malfunzionamenti e/o vizi di qualsivoglia natura del Prodotto e/o mancanze nelle attività eseguite dal Fornitore con riferimento all’Ordine.

ART. 6 PENALI

 

A seguito del mancato rispetto della “data di consegna effettiva” ovvero, nel caso di cui all’art. 4.2, della “data di consegna effettiva”, l’Acquirente ha la facoltà di:

  1.  risolvere l’Ordine di diritto ed approvvigionarsi presso altri fornitori di quanto ordinato e non consegnato nei termini, fatto salvo il recupero di eventuali costi addizionali per l’acquisto della fornitura da altre fonti, oltre al risarcimento del maggior danno, e
  2.  applicare al Fornitore le penali previste nelle Condizioni Particolari, o comunque in altra pattuizione convenuta fra le Parti, oppure, in caso di mancanza, applicare al Fornitore una penale nella misura dello 0,5% del prezzo indicato nell’Ordine, per ogni giorno di ritardo rispetto al termine stabilito. L’importo totale della penale non sarà comunque superiore al 10% del prezzo indicato nell’Ordine.

 

ART. 7 DICHIARAZIONI E GARANZIA

 

7.1 Il Fornitore si impegna ad eseguire la fornitura di Prodotti descritta nell’Ordine con propria organizzazione di capitale, risorse e fattori produttivi, a propria cura e rischio.

7.2 Con l’accettazione dell’Ordine il Fornitore dichiara e garantisce:

  1.  di essere dotato di adeguata preparazione e capacità professionale;
  2.  di svolgere le attività a regola d’arte in perfetta osservanza dei migliori standard professionali applicabili, utilizzando modalità operative e tecnologie adeguate al tipo di attività richieste, sempre nel rispetto della normativa vigente;
  3.  di eseguire la fornitura in conformità alle specifiche tecniche e qualitative indicate nell’Ordine e nel rispetto delle disposizioni di legge vigenti;
  4.  di impegnarsi a fornire Prodotti liberi da vincoli, diritti o pretese di terzi;
  5.  di fornire Prodotti idonei allo scopo indicato nell’Ordine o concordato con l’Acquirente;
  6.  di fornire Prodotti esenti da vizi e difetti di fabbricazione e di funzionamento e conformi alle norme ad essi applicabili;
  7. di trasportare o spedire i Prodotti nel rispetto delle normative vigenti in materia di trasporti, spedizioni nazionali e internazionali.
  8. di osservare tutti gli obblighi che siano o dovessero essere posti a suo carico da disposizioni di legge o regolamenti che dovessero entrare in vigore anche dopo la data di accettazione o di inizio di esecuzione dell’Ordine in materia di sicurezza sul lavoro, assicurazioni, previdenza, assistenza, nonché di rapporto di lavoro in genere (incluso, a titolo meramente indicativo, in materia di lavoro interinale) e di aver provveduto e che provvederà all’adempimento degli obblighi tutti derivanti dal contratto collettivo di lavoro applicabile o da eventuali accordi integrativi del medesimo.

7.3 Sarà inoltre facoltà dell’Acquirente, in conseguenza della violazione, non corrispondenza al vero, o inesattezza di una qualsiasi delle dichiarazioni e garanzie sopraindicate, di risolvere di diritto l’Ordine, ai sensi dell’articolo 1456 c.c., fermo restando il diritto al risarcimento di tutti i danni.

 

ART. 8 MANLEVA

 

Il Fornitore:

  1.  si obbliga a manlevare e tenere indenne l’Acquirente, da ogni danno, costo (incluse le spese legali e/o processuali, spese di trasporto o di rientro) o perdita che dovessero subire per effetto di contestazioni di Terzi: (i) in relazione all’utilizzo e/o allo sfruttamento dei prodotti consegnati dal Fornitore (ii) in caso di malfunzionamenti, perdita di dati o danni derivanti dall’utilizzo degli stessi, ovvero (iii) difettosità, non affidabilità, mancanza di sicurezza dei prodotti e/o loro non conformità a prescrizioni normative o contrattuali;
  2.  si obbliga a rimborsare all’Acquirente tutti i danni derivanti dal Prodotto difettoso e/o non conforme, così come i costi di riparazione (inclusi i materiali impiegati), di smontaggio e montaggio dei prodotti eventualmente già incorporati o installati sul Prodotto finale, nonché tutti i costi di manodopera e tutti i costi connessi all’eventuale riparazione o ripristino.

 

ART. 9 CONTROLLO SULLE IMPORTAZIONI – ESPORTAZIONI E SUI DATI DOGANALI

 

9.1 1 Il Fornitore è tenuto a informare l’Acquirente della necessità di licenze di importazione e/o esportazione per i Prodotti, ovvero della sussistenza di vincoli e controlli sull’esportazione in base alla legislazione comunitaria o di paesi terzi e allo stesso tempo è tenuto ad indicare all‘Acquirente il paese d’origine dei Prodotti secondo la normativa doganale vigente. Pertanto, nella propria fattura, il Fornitore dovrà comunicare le seguenti informazioni:

  •  tariffe doganali dei Prodotti (HS – Harmonized System Code, oppure TARIC);
  • paese d’origine (country of origin) dei Prodotti e dei relativi componenti, inclusa tecnologia e software;
  • la natura duale (“dual use”) dei Prodotti, secondo la legislazione comunitaria in vigore al momento della fornitura;
  • ECCN (Export Control Classification Number) per la merce esportata dagli USA (inclusa tecnologia e software) secondo le US Export Administration Regulations (EAR);
  • eventuale trasporto dei prodotti all’interno del territorio degli USA, eventuale fabbricazione o immagazzinamento dei prodotti negli USA ed eventuale fabbricazione degli stessi con tecnologia USA;
  • la persona di riferimento del Fornitore, disponibile, su richiesta dell’Acquirente, a fornire ulteriori informazioni o dati doganali.

9.2 Su richiesta dell’Acquirente, il Fornitore si impegna a compilare e sottoscrivere la dichiarazione di breve o lungo termine per l’origine preferenziale dei Prodotti, oppure fornire eventuali ulteriori dati su detti Prodotti rilevanti ai fini del commercio estero e dell’osservanza di norme doganali.

9.3 in base a quanto previsto dagli Orientamenti della Commissione Europea, di cui all’Allegato 3 del TAXUD/B2/047/2011 – Rev. 6 dell’11 marzo 2016, con riferimento all’Operatore Economico Autorizzato (AEO), quale è l’Acquirente, il Fornitore si impegna ad adottare tutte le cautele e le misure idonee ad evitare la contaminazione e la manipolazione non autorizzata dei Prodotti destinati all’Acquirente. In ogni caso il Fornitore dichiara che:

  • i Prodotti ceduti all’Acquirente, immagazzinati, spediti o trasportati per l’Acquirente, consegnati all’Acquirente e presi in consegna dallo stesso:
    1. sono fabbricati, immagazzinati, preparati e caricati in locali commerciali sicuri e in zone di carico e di spedizione sicure;
    2. sono protetti contro manomissioni non autorizzate durante la produzione, il magazzinaggio, la preparazione, il carico e il trasporto;
  • per la produzione, il magazzinaggio, la preparazione, il carico e il trasporto di queste merci il Fornitore ha utilizzato personale di fiducia e qualificato, sottoposto a controlli di sicurezza;
  • per la cessione dei Prodotti e l’erogazione di servizi che comportano accesso ai locali dell’Acquirente ed eventuale contatto con le merci presenti, il Fornitore ha utilizzato personale di fiducia, qualificato e sottoposto a controlli di sicurezza;
  • I partner che agiscono in nome del Fornitore sono a conoscenza del fatto che devono anch’essi garantire i criteri di sicurezza di cui sopra.

 

ART. 10 RISERVATEZZA

 

10.1 Il Fornitore si impegna a rispettare e a far rispettare ai propri dipendenti e/o ausiliari il vincolo di riservatezza relativamente a tutte le informazioni, i dati, le documentazioni e le notizie relative all’Ordine o, comunque, di cui verrà a conoscenza, a qualsiasi titolo, in relazione all’esecuzione della fornitura. Si considerano rientranti nei suddetti dati e informazioni qualsiasi notizia attinente all’attività svolta dall’Acquirente, i suoi beni ed il suo personale, acquisita durante lo svolgimento della fornitura.

10.2 Il Fornitore sarà tenuto a porre in essere tutte le necessarie misure di prevenzione e, in particolare, tutte le azioni, anche di natura legale, necessarie per evitare la diffusione e l’utilizzo di quanto sopra. In particolare, il Fornitore si impegna a:

  1. garantire che i dati e le informazioni acquisiti siano utilizzati esclusivamente nell’interesse del Committente per le finalità inerenti all’esecuzione del contratto;
  2. garantire che nessuna di tali informazioni sia diffusa verso soggetti terzi estranei al rapporto contrattuale, per alcun motivo, salvo che in caso di preventiva autorizzazione scritta dell’Acquirente

10.3 Qualora la divulgazione di materiali o informazioni sia stata causata da atti o fatti direttamente o indirettamente imputabili al Fornitore, ai propri dipendenti e/o Ausiliari, il Fornitore sarà tenuto a risarcire all’Acquirente i danni che siano direttamente o indirettamente connessi alla suddetta divulgazione.

10.4 Gli obblighi di riservatezza di cui al presente Articolo resteranno in vigore per il periodo di validità dell’Ordine e per i successivi tre anni dalla cessazione di validità dello stesso per qualsiasi causa e/o ragione, salvo che la comunicazione dei dati e/o informazioni confidenziali sia prescritta per ordine dell’Autorità giudiziaria o di altre Autorità competenti. In tal caso, il Fornitore sarà tenuto a darne preventiva notizia all’Acquirente, in modo da evitare o limitare eventuali pregiudizi all’attività di quest’ultimo.

10.5 In caso di inosservanza degli obblighi di cui ai precedenti commi, l’Ordine si intenderà risolto di diritto ai sensi dell’art. 1456 c.c., fermo restando il diritto al risarcimento di tutti i danni.

 

ART. 11 PROPRIETA’ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE

 

11.1 I disegni, i modelli, le specifiche ed eventuali documenti tecnici che verranno messi a disposizione del Fornitore dall’Acquirente per la realizzazione dei Prodotti forniti sono e rimangono di esclusiva proprietà di quest’ ultima e potranno essere utilizzati dal Fornitore esclusivamente per l’esecuzione dell’Ordine.

11.2 Il Fornitore è responsabile della loro diligente conservazione e dovrà restituirli in buono stato, una volta eseguita la fornitura.

11.3. Su richiesta dell’Acquirente, il Fornitore sarà tenuto a consegnare allo stesso un documento riassuntivo delle specifiche tecniche relative ai Prodotti forniti.

 

ART. 12 CODICE ETICO E DECRETO LEGISLATIVO 231/2001

 

12.1 Il Fornitore dichiara che l’Ordine sarà eseguito nel pieno rispetto del Codice Etico adottato dall’Acquirente quale parte integrante del Modello Organizzativo ai sensi del Decreto Legislativo n. 231/01 e sue successive modifiche ed integrazioni, che il Fornitore dichiara di ben conoscere ed accettare. Il citato documento è disponibile all’interno del Portale.

12.2 L’inosservanza, anche parziale, dei principi stabiliti nel suddetto Codice Etico costituirà grave inadempimento e comporterà la facoltà per l’Acquirente di risolvere di diritto l’Ordine ai sensi dell’articolo 1456 Codice Civile, fatto salvo il diritto alla richiesta dell’eventuale maggior danno.

ART. 13 DIVIETO DI CESSIONE

 

13.1 È fatto assoluto divieto al Fornitore di cedere l’Ordine, a qualsiasi titolo e anche solo parzialmente, se non formalmente autorizzato, per iscritto, dall’ Acquirente.

13.2 Ai sensi dell’art. 1280, ultimo comma, Codice Civile i crediti derivanti al Fornitore dall’esecuzione dell’Ordine, non possono essere ceduti senza il preventivo consenso scritto dell’Acquirente.

13.3 In difetto di adempimento a detti obblighi, l’Acquirente ha facoltà di dichiarare risolto di diritto l’Ordine.

 

ART. 14 RECESSO

 

14.1 L’Acquirente ha la facoltà di recedere dal contratto in ogni momento, a mezzo raccomandata a.r., oppure a mezzo di posta elettronica certificata, se:

  • le condizioni patrimoniali/finanziarie del Fornitore risultano o rischiano di essere profondamente/sostanzialmente deteriorate, compromettendo in questo modo l’impegno di fornitura nei confronti dell’Acquirente;
  • il Fornitore è divenuto insolvente o si trova in una situazione di indebitamento eccessivo;
  • il Fornitore presenta un’istanza di fallimento, di concordato o altra procedura concorsuale o di ristrutturazione del debito.

14.2 Nel caso in cui il Fornitore esegua solo parzialmente la fornitura, l’Acquirente ha la facoltà di annullare l’intero contratto, qualora non sia interessata ad un adempimento parziale.

 

ART. 15 – CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA ED INADEMPIMENTO

 

15.1 L’Acquirente si riserva il diritto di risolvere qualsiasi Ordine ai sensi dell’art. 1456 Codice Civile, mediante comunicazione scritta inviata al Fornitore, quando ricorrano le seguenti condizioni:

  • Violazione dell’Articolo 6, oppure 7, oppure 10, oppure 12 oppure 13;
  • il Fornitore non rispetti la “data di consegna effettiva” indicata nell’Ordine accettato, ovvero, nel caso di Ordini sincronizzati, qualora la consegna avvenga oltre il terzo giorno dalla “data della chiamata”;

fermo restando il diritto dell’Acquirente di chiedere comunque la risoluzione del contratto ex art. 1453 Codice Civile in tutti i casi di inadempimento contrattuale del Fornitore. 

 

ART. 16 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

 

16.1. Il Fornitore dichiara di aver ricevuto idonea informativa dall’Acquirente ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali saranno trattati dall’Acquirente esclusivamente per il perseguimento delle finalità relative all’Ordine ed alla sua esecuzione.

16.2 Le Parti si impegnano, nel trattamento dei dati personali di cui vengano a conoscenza nell’esecuzione del presente Contratto, ad osservare e a far osservare ai propri dipendenti, anche oltre la scadenza del richiamato Contratto, le disposizioni in materia di tutela e protezione dei dati personali previste nel Regolamento UE 2016/679 (GDPR), provvedendo alle nomine di Responsabili esterni, se necessari, ai sensi della richiamata normativa.

 

ART. 17 LEGGE APPLICABILE

 

17.1 Le presenti Condizioni Generali, le eventuali Condizioni Particolari e gli Ordini che le richiamano sono regolati esclusivamente dalla legge italiana. È esclusa l’applicazione della convenzione dell’Aja relativa alla legge applicabile alla diritto uniforme sulla vendita internazionale delle merci, della convenzione delle Nazioni Unite di Vienna sul diritto uniforme applicabile ai contratti per la vendita internazionale delle merci o di altre convenzioni, regolamenti o altre norme di diritto internazionale privato relative alla legge applicabile alla vendita della merce.

17.2 Per ogni controversia, comunque derivante o connessa all’interpretazione e/o all’esecuzione dell’Ordine, sarà competente in via esclusiva il Foro di Rovereto (Italia), con espressa esclusione di ogni eventuale altro foro concorrente o alternativo. L’Acquirente è tuttavia autorizzato a citare in giudizio, a sua scelta, il Fornitore presso il suo foro generale.

 

Le presenti Condizioni Generali sono rinvenibili, memorizzabili e stampabili sul sito internet di PAMA S.p.A. e rappresentano una comunicazione elettronica che permette di registrarle durevolmente e di accettare specificatamente le seguenti condizioni: Art. 3 (Accettazione dell’Ordine); Art. 4 (Termini di consegna e resa dei Prodotti); Art. 5 (Corrispettivo e fatturazione); Art. 6 (Penali); Art. 7 (Dichiarazioni e garanzia); Art. 8 (Manleva); Art. 9 (Controllo sulle importazioni – esportazioni e sui dati doganali); Art. 10 (Riservatezza); Art. 13 (Divieto di cessione); Art. 14 (Recesso); Art. 15 (Clausola risolutiva espressa ed inadempimento); Art. 17 (Legge applicabile e foro competente).

GENERAL CONDITIONS OF PURCHASE OF GOODS

ARTICLE 1 DEFINITIONS

 

For the purposes of the application and interpretation of these General Conditions, the terms below shall have the following meanings:

Buyer: PAMA SpA, Viale del Lavoro 10, 38068 Rovereto (TN), Italy.

General Conditions: the present general conditions for the purchase of goods.

Special conditions: the special conditions include everything provided for in the Purchase Order Proposal and not part of the General Conditions.

Supplier: the subject to whom the Buyer directs the Order Proposal.

User manual: manual containing instructions to Suppliers for the use of the Portal, made available on the said Portal.

Order: the Order Proposal sent by the Buyer via e-mail or fax to the Supplier and accepted by the Supplier without modifications or reservation; or the Order Proposal sent by the Buyer to the Supplier, which they have amended and which is then accepted by the Buyer; or, further still, the Order Proposal which is in the course of being completed through the Portal, or which the Supplier has accepted on a line-by-line basis through the Portal.

Party, Parties: PAMA SpA and the Supplier, considered individually or jointly.

Portal: the “Web Portal” managed by PAMA SpA in which the latter publishes its Purchase Order Proposals, which can be accepted by all the Suppliers accessing said Portal, generally identified as regular Suppliers.

Products: movable property subject to the Order Proposal.

Order Proposal: the Purchase Order Proposal sent by the Buyer to the Supplier in writing or published by the Buyer on the Portal and pending acceptance by the Supplier.

Synchronised Order Proposal: the Order Proposal published by the Buyer on the Portal and which provides for a delivery schedule for the Products synchronised with the production process of PAMA SpA, as specified in the table attached to the Order Proposal.

ARTICLE 2 APPLICATION OF THE GENERAL CONDITIONS AND PREVALENCE

 

2.1 These General Conditions apply to all Order Proposals as defined above, of which they constitute an integral and substantial part.

2.2. In the event of discrepancies between the above documentation, the Special Conditions shall prevail over the General Conditions.

2.3 These conditions replace any previous agreement between the Supplier and the Buyer and shall in any case prevail over any notes, correspondence and/or documentation from the Supplier, which shall be deemed omitted. Consequently, contractual conditions different from these General Conditions that are referred to, added to, attached to or modified by the Supplier shall have no validity, unless expressly and specifically accepted in writing by the Buyer.

ARTICLE 3 (ACCEPTANCE OF THE ORDER)

 

A) IN WRITING

3.1 The Buyer may send the Supplier an Order Proposal in writing, by fax or by email, even without publishing it on the Portal.

3.2 The contract for the purchase of the Products is considered concluded when the Supplier transmits to the Buyer the signature for acceptance of the Order Proposal, exclusively to the fax or email address indicated in the Order Proposal.

3.3. Any change, reservation or note made by the Supplier to the Order Proposal must be accepted by the Buyer in writing.

B) ON THE PORTAL

3.4 Every single line of the Order Proposal published by the Buyer on its Portal must be accepted by the Supplier, according to the indications and instructions contained in the User Manual.

3.5 The contract for the purchase of the Products is concluded when the Supplier, using the appropriate command available on the Portal, confirms acceptance of the Order.

3.6In the event that the Supplier changes the delivery date by more than five working days or less than 10 working days, or in any case where the order line appears, according to the Portal’s message, to be “in course of being completed”, the Buyer shall contact the Supplier to discuss the changes to the Order Proposal.  Should the Buyer consider these changes acceptable, they shall proceed to partially modify the Order Proposal already published on the Portal.

3.7 In this case the contract is concluded when the Supplier confirms the acceptance of the Order in the “Orders in progress” Portal Section, using the appropriate system command.

3.8 If the Buyer deems it more appropriate to publish a new Order Proposal, they shall proceed with the publication of a new Order which must be accepted by the Supplier in accordance with the procedures set out in Article 3.

3.9  The Supplier can subject any single line of the Order Proposal to a “Derogation request” by activating the appropriate function on Portal. Such request must be justified and must be expressly accepted by the Buyer in the manner indicated in the Portal.

ARTICLE 4 DELIVERY DEADLINES AND RETURN OF PRODUCTS

 

4.1 The Supplier must deliver the Products on the date indicated in the Order as the “confirmed delivery date”.

4.2 The Supplier may delay said date only in exceptional situations, for which it must provide an explicit reason by means of sending a specific request to the Buyer. Said request for deferral must be explicitly approved in writing, or a new date should be inserted in the “real delivery date” field for purchases made via the Portal.

4.3 If the Supplier also fails to respect this date, the Buyer has the right to apply the penalties indicated in Article 6 below.

4.4 The Supplier may bring forward the delivery of a supply, with respect to the date inserted in the Order, only and exclusively in the event of a written request by the Buyer. For purchases made via the Portal, the Buyer shall modify the appropriate “confirmed delivery date” field directly in the Order placed in the “accepted orders” section that the Supplier can consult at any time.

4.5 Synchronised Order Proposals managed via the Portal are published in a dedicated area of the Portal called “Synchronisation”; for these orders the date of delivery of the Product coincides with the date of the call, plus three more working days for transport.

4.6 The conditions of delivery and return of the goods shall be understood as DDP at the place of delivery indicated in the Order (carriage paid), unless otherwise provided in the Special Conditions; therefore, unless otherwise provided in the Special Conditions, the Supplier shall be responsible for all charges and expenses relating to the shipment, packaging and transport of the goods subject to the Order.

4.7 Acceptance of late, incomplete or defective deliveries shall not constitute a waiver by the Buyer of any rights and/or remedies under these general terms and conditions or under applicable law.

4.8 The submission of the goods to the carrier or forwarder does not release the Supplier from the obligation to deliver them to the Buyer.

 

ARTICLE 5 PAYMENT AND INVOICING

 

5.1 The Buyer shall only pay the Supplier the sum indicated as the price for each accepted Order.

5.2 The price entered into the Order shall be invoiced according to the methods set out in said Order, or, for purchases made via the Portal, according to the methods set out in the User Manual. In performing the supply the Supplier expressly renounces any further increase and/or revision of the prices in relation to fluctuations in costs of any size, whether of raw materials, labour or any other factor, and the Supplier assumes all risk in this regard. The Supplier, therefore, hereby expressly agrees to waive its right to request the termination of the Order due to excessive costs incurred pursuant to Article 1467 of the Italian Civil Code.

5.3 The payment of the price does not in any case imply the renunciation of any claim for malfunctions and/or defects of any kind in the Product and/or deficiencies in the Supplier’s fulfilment of the Order.

ARTICLE 6 PENALTIES

 

As a result of non-compliance with the “confirmed delivery date” or, in the case of Article 4.2, of the “real delivery date” the Buyer shall be entitled to:

  1. a legal right to terminate and to procure from other suppliers any items ordered and not delivered by the due date, without prejudice to the recovery of any additional costs for the purchase of the supply from other sources, or to compensation for any further damage, and
  2. without prejudice to the provisions of the Special Conditions, or any other agreement between the Parties, apply to the Supplier a penalty of 0.5% of the price indicated in the Order, for each day of delay beyond the established deadline. The total amount of the penalty will not however exceed 10% of the price indicated in the Order.

 

ARTICLE 7 DECLARATIONS AND GUARANTEE

 

7.1 The Supplier undertakes to supply the Products described in the Order organising its own capital, resources and production facilities, at its own risk.

7.2 By accepting the Order, the Supplier declares and guarantees:

  1. to be endowed with adequate training and professional skills;
  2. to carry out its activities in perfect compliance with the best professional standards applicable, using operating methods and technologies appropriate to the type of activity required, and always in compliance with current legislation;
  3. to perform the supply in compliance with the technical and qualitative specifications indicated in the Order and in compliance with current legal provisions;
  4. to undertake to supply Products free from the constraints, rights or claims of third parties;
  5. to supply Products fit for the purpose indicated in the Order or agreed with the Buyer;
  6. to supply Products free from manufacturing and operating defects and in compliance with the standards applicable to them;
  7. to transport or ship the Products in compliance with the regulations in force regarding transport, national and international shipments.
  8. to comply with all obligations that are or may become incumbent on it pursuant to laws or regulations that may come into force even after the date of acceptance or commencement of performance of the Purchase Order with regard to occupational health and safety, insurance, social security, assistance, as well as employment relationships in general (including, but not limited to, temporary work) and to have provided and shall provide to fulfil all the obligations arising from the applicable collective labour agreement or any supplemental agreements of the same.

7.3. The Buyer shall also be entitled, as a consequence of violation, untruthfulness or inaccuracy of any of the above declarations and guarantees, to terminate the Order by right, pursuant to Article 1456 of the Italian Civil Code, without prejudice to the right to compensation for all damages.

 

ARTICLE 8 INDEMNITY

 

The Supplier:

  1. undertakes to indemnify and hold the Buyer harmless from any damage, cost (including legal and/or court costs, transport or return expenses) or loss that it may suffer as a result of third party disputes: (i) in relation to the use and/or operation of the products delivered by the Supplier (ii) in the event of malfunctions, loss of data or damage resulting from the use of the same, or (iii) defects, unreliability, insecurity of the products and/or their non-compliance with regulatory or contractual requirements;
  2. undertakes to reimburse the Buyer for any damages deriving from the defective and/or non-compliant Product, as well as the costs of repair (including materials used), disassembly and assembly of products that may already have been incorporated or installed on the final Product, as well as all labour costs and all costs connected with any repair or restoration.

 

ARTICLE 9 CONTROL OF IMPORTS – EXPORTS AND CUSTOMS-RELATED INFORMATION

 

9.1 The Supplier is obliged to inform the Buyer of the need for import and/or export licences for the Products, or of the existence of constraints and controls on export under Community or third country legislation and at the same time is obliged to indicate to the Buyer the country of origin of the Products in accordance with current customs regulations. Therefore, the Supplier shall provide the following information in its invoice:

  • customs tariffs for the products (HS – Harmonized System Code, or TARIC);
  • country of origin of the Products and related components, including technology and software;
  • the dual use of the Products, in accordance with Community legislation in force at the time of supply;
  • ECCN (Export Control Classification Number) for goods exported from the US (including technology and software) in accordance with the US Export Administration Regulations (EAR);
  • possible transport of the products within the US, possible manufacture or storage of the products in the US and possible manufacture of the same with US technology;
  • the Supplier’s contact person, available, at the request of the Buyer, to provide further information or customs information.

9.2 At the Buyer’s request, the Supplier undertakes to complete and sign the short or long term declaration of preferential origin of the Products, or provide any additional information on the Products relevant for foreign trade and compliance with customs regulations.

9.3 At the Buyer’s request, the Supplier undertakes to complete and sign the authorised economic operator (AEO) declaration as per the European Commission guidelines set out under Annex 3 of TAXUD/B2/047/2011 – Rev. 6 dated 11 March 2016, and, in any case, to take all the necessary precautions to prevent the contamination and unauthorised handling of the Products destined for the Buyer.

 

ARTICLE 10 CONFIDENTIALITY

 

10.1 The Supplier undertakes to respect, and to require that its employees and/or auxiliaries respect, the obligation of confidentiality as regards all information, data, and documentation concerning the Order, or, in any case, that it might come to know, for any reason, in relation to execution of the supply. Any information relating to the business carried out by the Buyer, its assets and its staff, acquired during the performance of the supply, shall be considered part of this data and information.

10.2 The Supplier shall be required to implement all necessary prevention measures and, in particular, all actions, including legal ones, necessary to prevent the dissemination and use of the above. In particular, the Supplier undertakes to:

  1. ensure that the data and information acquired are used only in the interest of the Customer for the purposes of executing the contract;
  2. ensure that none of this information is disseminated to third parties unrelated to the contractual relationship, for any reason except in the case of prior written consent of the Buyer.

10.3 If the disclosure of materials or information has been caused by acts or facts directly or indirectly attributable to the Supplier, its employees and/or Auxiliaries, the Supplier shall be liable to compensate the Buyer for any damages directly or indirectly related to such disclosure.

10.4 The obligations to confidentiality set out under this Article shall remain in place for the Order’s validity period and the subsequent three years following its termination for any cause and/or reason, save as regards the disclosure of confidential data and/or information as required by the Italian judicial authorities or other competent authorities. In this case, the Supplier shall be obliged to give prior notice to the Buyer, in order to avoid or limit any prejudice to the latter’s business.

10.5 In the event of failure to comply with the obligations referred to in the previous paragraphs, the Order shall be deemed terminated in accordance with Article 1456 of the Italian Civil Code, without prejudice to the right to compensation for all damages.

 

ARTICLE 11 INTELLECTUAL AND INDUSTRIAL PROPERTY

 

11.1 The drawings, models, specifications and any technical documents that the Buyer makes available to the Supplier for the manufacture of the Products supplied are and remain the exclusive property of the former and may be used by the Supplier exclusively for the fulfilment of the Order.

11.2 The Supplier is responsible for their diligent preservation and must return them in good condition after delivery.

11.3. At the Buyer’s request, the Supplier shall send the Buyer a document summarising the technical specifications of the Products supplied.

 

ARTICLE 12 CODE OF ETHICS AND ITALIAN LEGISLATIVE DECREE 231/2001

 

12.1 The Supplier declares that the Order will be performed in full compliance with the Code of Ethics adopted by the Buyer as an integral part of the Organisational Model pursuant to Italian Legislative Decree no. 231/01 and subsequent amendments and additions, which the Supplier declares that it knows and accepts. The aforementioned document is available on the Portal.

12.2 Failure to comply, even partially, with the principles established in the aforementioned Code of Ethics shall constitute a serious breach and shall entail the right of the Buyer to terminate the Order in accordance with Article 1456 of the Italian Civil Code, without prejudice to the right to claim any further damages.

ARTICLE 13 PROHIBITION ON TRANSFER

 

13.1 It is absolutely forbidden for the Supplier to transfer the Order, for any reason whatsoever and even only partially, unless formally authorised in writing by the Buyer.

13.2 Pursuant to Article 1280, last paragraph, of the Italian Civil Code, the receivables due to the Supplier deriving from the fulfilment of the Order cannot be assigned without the prior written consent of the Buyer.

13.3 In the event of failure to fulfil these obligations, the Buyer has the right to declare the Order legally null and void.

 

ARTICLE 14 WITHDRAWAL

 

14.1 The Buyer has the right to withdraw from the contract at any time, by registered letter with return receipt, or by certified email, if:

  • the financial conditions of the Supplier are, or risk being, profoundly or substantially impaired, thereby compromising the supply commitment to the Buyer;
  • the Supplier has become insolvent or is over-indebted;
  • the Supplier applies for bankruptcy, settlement or other insolvency proceedings or debt restructuring.

14.2 Should the Supplier only partially fulfil the supply, the Buyer shall be entitled to cancel the entire contract if it is not interested in partial fulfilment.

 

ARTICLE 15 EXPRESS TERMINATION CLAUSE AND NON-PERFORMANCE

 

15.1 The Buyer reserves the right to terminate any Order pursuant to Article 1456 of the Italian Civil Code, by written communication sent to the Supplier, when the following conditions are met:

  • Infringement of Article 6, or 7, or 10, or 12 or 13;
  • the Supplier fails to meet the “real delivery date” indicated in the accepted Order, or, in the case of Synchronised Orders, if the delivery takes place after the third day from the “call date”;

without prejudice to the Buyer’s right to request termination of the contract pursuant to Article 1453 of the Italian Civil Code in all cases of the Supplier’s breach of contract

 

ARTICLE 16 PROCESSING OF PERSONAL DATA

 

16.1. The Supplier declares that it has received the appropriate information notice from the Buyer under Regulation (EU) 2016/679. The Buyer will process personal data exclusively for the pursuit of the purposes relating to the Order and its execution.

16.2 In processing the personal data that they may come to know as part of executing this Contract, the Parties commit to observing and requiring that their employees observe, even after the termination of said Contract, the provisions concerning the management and protection of personal data as set out under Regulation EU 2016/679 (GDPR), appointing external Data Processors if necessary in accordance with the GDPR.

 

ART. 17 APPLICABLE LAW

 

17.1 These General Conditions, any Special Conditions and the Orders that refer to them are governed exclusively by Italian law. The Hague Convention relating to a Uniform Law on the International Sale of Goods, the United Nations Convention on Contracts for the International Sale of Goods, and other conventions, regulations, or other private international regulations concerning applicable law over the sale of goods, cannot be applied.

17.2 Any dispute arising out of or in connection with the interpretation and/or fulfilment of the Order shall be submitted to the exclusive jurisdiction of the Court of Rovereto (Italy), with the express exclusion of any other competing or alternative forum. In any case, the Buyer shall be authorised to bring legal proceedings against the Supplier in its ordinary forum, should it choose to do so.

 

These General Conditions may be referenced, saved or printed from the Website of PAMA S.p.A. and constitute an electronic communication which allows them to be stored over time, and which allows the following conditions to be specifically accepted: Article 3 (Acceptance of the Order); Article 4 (Delivery deadlines and return of Products); Article 5 (Payment and invoicing); Article 6 (Penalties); Article 7 (Declarations and Guarantees); Art. 8 (Indemnity); Article 9 (Control of Imports – Exports and Customs-Related Information); Article 10 (Confidentiality); Article 13 (Prohibition of transfer); Article 14 (Withdrawal); Article 15 (Express termination clause and non-performance); Article 17 (Applicable law and jurisdiction).